Tappa Cg

Dal Rifugio Chivasso/Savoia au rifugio Benevolo dal Col Leynir

Informazioni utili

Paese attraversato : Italie

Elevazione positiva +800 m

Elevazione negativa -1145 m

Durata 6 h

Segnaletica 9A

Distanza 12 km

Livello Molto facile

Dettaglio del percorso

Sottofasi

Dal rifugio Chivasso/Savoia Col Leynir

2 h 40

5 km

+580 m

-80 m

Sotto il rifugio Chivasso prima del rettilineo in piano del rifugio Savoia sulla sinistra dei segnavia indicano l’inizio il sentiero.

Il sentiero prende quota tra i prati, e dopo pochi minuti si giunge ad una diramazione si prende il sentiero a destra che porta ad un alpeggio, il sentiero continua con pendenza moderata fino al lago Rosset costeggiandolo sulla destra. Il sentiero diventa più ripido fino ad arrivare a quota 2954, perdendo un po’ di quota si immette nel vallone del Leynir, lo attraversa per poi risalire sulla spalla destra. Un ultimo tratto su un terreno sabbioso giunge fino al colle a 3090m.

Il col Leynir dal Colle del Nivolet è un itinerario amato da molti ciclisti, non incontrando grandi pendenze e difficoltà si può tranquillamente affrontare con la MTB.

Dal colle alle baite di Vaudalettaz

1 h 20

3.5 km

-679 m

Il sentiero inizia con una ripida discesa su terreno detritico segnato da ometti, compiendo un semi cerchio si percorre il vallone morenico passando a fianco di alcuni laghetti, passando su un terreno erboso scendiamo alle Baite della Vaudalettaz superiore 2444 metri.

Dalle baite di Vaudalettaz al Benevolo

2 h

3.8 km

+230 m

-380 m

Superate le baite perdiamo ancora qualche decina di metri di quota, attraversiamo il torrente per poi risalire sulla sponda opposta per 100m di dislivello. Da qui si gode una magnifica vista sul vallone del Col Leynir appena percorso, sul vallone del Rosset e sulla vallata di Rhemes. Il sentiero scende sull’altro versante e dopo 150m di dislivello giunge, poco sopra l’Alpe Grand Vaudalaz. Attraversiamo il Torrente Grand Vaudalaz ed una lunga diagonale in salita giunge a 2407m dove uno spalto panoramico offre una meravigliosa vista sulla vallata di Rhemes. Una seconda diagonale in discesa attraversa i pendii erbosi fino ad incrociare la poderale che porta dritto al rifugio Benevolo.

Du chalet de Vaudalettaz a Thumel

1 h 10

3 km

+23 m

-583 m

Se la nostra destinazione è Thumel dalle baite di Vaudalettaz attraversiamo il torrente e proseguiamo la discesa sulla sinistra orografica che scende a tornanti nel bosco fino ad arrivare fino alla piana per prendere la strada che porta al parcheggio.

Punti di interesse

Dal Col Leynir si consiglia di salire al Taou Blanc

Vista dal Colle Leynir

Baite di Vaudalettaz

Sicurezza

Prima dell’uscita, è importante:

  • informarsi (consigli di professionisti – istruttori, guide); scegliere un’attivita e un percorso adatto alla propria condizione fisica, alla priopria motivazione, e alla propria esperienza, tenere conto di chi vi accompagna; prendere nota del meteo della giornata e non esitare a rinunciare se le condizioni sono sfavorevoli.
  • Prepararsi : non andare mai da soli, controllare l’attrezzatura, prenotare il posto al rifugio, controllare l’assicurazione individuale.
  • Equipaggiamento : portare con sé cibo e acqua a sufficienza, vestiti adatti all’attività; una mappa.

Attrezzatura

  • Imbracatura
  • Corda
  • Moschetoni
  • Ramponi
  • Casco
  • Piccozza da ghiaccio
  • Lampada frontale