Tappa Ac

Dal rifugio Benevolo al rifugio Chivasso dal Col Rosset

Informazioni utili

Paese attraversato : Italie

Elevazione positiva +913 m

Elevazione negativa -610 m

Durata 5 ore

Segnaletica 13A - 12 - 3C

Distanza 10.70 km

Livello Difficile

Dettaglio del percorso

Sottofasi

Diagonale dal rifugio Benevolo all’inizio del Vallone della Grand Vaudalaz

1 h 20

2.8 km

+240 m

-150 m

Lasciando il rifugio Benevolo (2285m) ci si riporta sulla poderale che scende a valle per circa 500m fino al primo tornante dal qualche parte il sentiero nr 13° con indicazione Col Rosset, Dopo una lunga diagonale sui bei pendii erbosi ed attraversando alcuni torrenti, si giunge ad uno spalto panoramico (2407m). In questo punto di osservazione conviene sostare ad osservare la Valle di Rhêmes e la parte finale del vallone della Grand Vaudalaz. Una seconda lunga diagonale in discesa conduce in prossimità del torrente de Grand Vaudalaz, poco sopra l’Alpe Grand Vaudalaz (2338m; 1h15′).

Vallon de la Grand Vaudalaz

1 h 20

2 km

+370 m

Portandosi sulla sponda orografica destra della valle, si risale il sentiero, segnavia nr 12, che procedendo ancora in mezzo ai prati ed aggirando alcuni grossi massi porta alla base della pietraia finale che scende dal Col Rosset. In questo Vallone poco frequentato si incontrano parecchi animali quali marmotte e camosci.

Pietraia che porta al Col Rosset

0 h 30

0.7 km

+270 m

In un ambiente severo, con numerose e ripide svolte si risale la pietraia, lasciando alla propria sinistra un bel laghetto (osservabile solo dall’alto), e si giunge all’intaglio rosastro del Col Rosset (3025m; 2h00′ dall’inizio del Vallone Grand Vaudalaz). Dal colle si ha un bel panorama delle cime subito a sud del Gran Paradiso e dei numerosi laghetti adagiati sul Piano del Rosset.

Discesa al rifugio

2 h

5.2 km

+53 m

-460 m

La prima parte di discesa di circa 150 metri di dislivello il sentiero scende ripido a tornanti fino ai piccoli laghetti di Chanavey, da qui un bel sentiero porta in fondo alla vallata passando dopo un secondo sbalzo di circa 150m di dislivello tra il lago Rosset e Leita a 2700 m di altitudine e scende fino al Pianoro del Nivolet in corrispondenza del Rif. Savoia 2532 m e Rif. Chivasso 2.604m; 1h45 dal col Rosset.

Punti di interesse

  • Spalto panoramico (2407m) con la Vista sulla Val di Rhemes
  • Col Rosset con la sua meravigliosa visuale del Gran Paradiso a sud-est e a nord della catena del Monte Bianco
  • L’altopiano del Nivolet è un angolo di paradiso, congiunge idealmente i territori piemontese e valdostano del gran paradiso è caratterizzato da grandi laghi

Sicurezza

Avant la sortie, il est important de :

  • s’informer (conseils auprès de professionnels – moniteurs, guide-) ; choisir une activité et un parcours adapté à votre condition physique, à votre motivation et à votre expérience ; tenez compte de ceux qui vous accompagnent ; prenez connaissance de la météo du jour et n’hésitez pas à renoncer si les conditions de pratiques sont défavorables.
  • Se préparer : ne partez jamais seul, vérifier votre matériel, réserver votre place au refuge, vérifier votre assurance individuelle.
  • Equipez-vous: Emportez avec vous de quoi vous alimenter et vous hydrater ; des vêtements adaptés à l’activité ; une carte.

Attrezzatura

  • Imbracatura
  • Corda
  • Moschetoni
  • Ramponi
  • Casco
  • Piccozza da ghiaccio
  • Lampada frontale